KURILIAN BOBTAIL

Un pacifico selvaggio

Luogo di origine

Isole Curili

Data di nascita

Ante XVIII secolo

Ascendenza

Gatti domestici

Ibridazioni

Nessuna

Peso

4-6 kg

Temperamento

Curioso, socievole, attivo, intelligente

Pelo

Semilungo o corto, folto e setoso. Sottopelo esiguo

Colori

Nero, rosso, blu, squama di tartaruga, bianco, blu-crema, blu-tortie con o senza macchie bianche anche nelle varietà silver e smoke. Tutte le colorazioni possono portare il disegno tabby

Cenni storici

Il Kurilian Bobtail è una razza felina naturale originaria delle isole Curili.

L’arcipelago, vulcanico ed inospitale, separa la penisola russa della Kamchatka dall’isola nipponica di Hokkaido.

 

La storia del Kurilian è legata indissolubilmente alle vicende geo-politiche della sua patria natale.

Le Curili infatti, prima di divenire di dominio russo (1875), facevano parte integrante dell’Impero del Sol Levante.

Per questo, una diffusa tesi ritiene che il Kurilian discenda da esemplari di Bobtail Giapponese, portati sulle isole quando ancora erano di dominio nipponico.

Alcuni di questi gatti sarebbero poi fuggiti dalle mura domestiche vagando per quelle terre inospitali allo stato selvatico.

La selezione naturale, le severe condizioni climatico-ambientali ed una mutazione genetica spontanea avrebbero poi dato vita ad una nuova razza, il Kurilian Bobtail.

 

Altra ed opposta teoria reputa invece vero il contrario.

Sarebbe il Bobtail Giapponese, razza creata dall’uomo, a discendere dal Kurilian, razza autoctona figlia di una mutazione genetica spontanea.

In attesa di definitive certezze sull’albero genealogico, si dia comunque per scontata l’innegabile parentela!

 

Una volta entrate nella disponibilità dell’ex Unione Sovietica, le Curili vennero adibite a base militare e furono proprio i soldati russi a portare i primi Kurilian Bobtail sul continente.  

Verso la fine del 1980 due allevatrici sovietiche –Tatiana Botcharova e Lilia Ivanova– intrapresero un vero e proprio programma selettivo ed in Russia il Kurilian riscosse fin da subito notevole successo.

Il resto del mondo conobbe invece questa splendida razza -e non solo questa- solo dopo la caduta dell’URSS.

E’ ancora piuttosto raro imbattersi in un Kurilian Bobtail oltre i confini russi, mentre sulle Isole Curili sono tutt’ora ben presenti, anche allo stato brado.

 

La prima presenza del Kurilian Bobtail ad una esposizione felina risale al 1990.

La Soviet Felenology Federation ufficializzò la razza nel 1991 e l’anno successivo venne intrapreso il processo per il riconoscimento internazionale della razza.

La WFC (World Cat Federation) accettò lo standard del Kurilian Bobtail nel 1996 mentre per la formalizzazione da parte della FIFé (Fédération Internationale Féline) si dovette attendere il 2002.

 

Caratteristiche fisiche e comportamento

Il Kurilian Bobtail è un gattone forte e poderoso dotato di un seducente fascino selvaggio.

 

Il suo tratto distintivo è senza dubbio la coda a “pompon”, corta e nodosa, risultato di una mutazione spontanea e dominante. 

A seconda del numero di vertebre che la compongono -da 2 a 10- e del diverso grado di articolazione, può presentarsi in diverse fogge:

  • snag: da 2 a 8 vertebre fortemente deformate ed unite fra loro, solitamente dritta e portata bassa;
  • a spirale: la più ricercata, da 5 a 10 vertebre disposte a spirale o che sembrano un uncino;
  • a frustada 5 a 10 vertebre, dritta e lunga circa 2/3 di una comune coda;
  • delayed: considerata un difetto, da 5 a 7 vertebre inizialmente dritte e terminanti a forma di gancio.

Si dice che nella razza sia praticamente impossibile individuare due code identiche, particolare questo che conferisce ulteriore unicità.

 

Sciolto e scattante nonostante la taglia medio-grande, il Kurilian Bobtail è un cacciatore ineguagliabile, un agile nuotatore ed anche un pescatore di tutto rispetto!

Grazie agli efficaci artigli ed alla sua grande abilità, pare che riesca ad arpionare pesci di considerevoli dimensioni.

Il robusto corpo, compatto e vigoroso, denota fin da subito anche un’altra peculiarità della razza: una salute davvero eccezionale.

Le possenti zampe posteriori sono più lunghe delle anteriori per cui il dorso risulta leggermente inclinato in avanti.

I piedi sono rotondi e dalle dita spuntano ciocche di pelo.

Le movenze misurate ed eleganti e l’incedere lento e circospetto sono altre particolarità che fanno del Kurilian Bobtail un gatto davvero unico ed intrigante.

 

La testa, trapezoidale, è piuttosto grande e si amplia al livello degli zigomi, alti e prominenti.

Il muso è forte ed il mento fermo e ben sviluppato.

Il naso deve essere grande e dritto, senza uno stop netto.

Le orecchie, di media grandezza, sono ben distanziate, tese in avanti e dotate di ciuffi di pelo.

Gli occhi arrotondati e leggermente obliqui, sono grandi e portano un’espressione fiera ed intelligente.

Possono presentare le più svariate sfumature di colore comprese fra il giallo ed il verde.

Negli esemplari con manto bianco, spesso sono blu oppure impari.

Il mantello -sia negli esemplari a pelo semi-lungo che in quelli a pelo corto– è sempre denso e fitto, piacevolmente setoso al tatto e con esiguo sottopelo.

Il pelo è notevolmente più fluente sulla gorgiera, in prossimità della pancia e dei fianchi e sull’esotica coda a pompon.

Lo standard accetta una vastissima gamma cromatica dalla quale sono però escluse le colazioni colourpoint, chocolate, cinnamon e fawn.

Il mantello del Kurilian Bobtail è di facile gestione e sarà sufficiente spazzolarlo un paio di volte alla settimana.

Soltanto in primavera, durante il periodo della breve ma intensa muta, necessiterà di qualche cura in più. 

 

Il Kurilian Bobtail è un gatto mite e sensibile, equilibrato e mai aggressivo.

E’ intelligente ed estremamente recettivo; educarlo non sarà difficile purché si rispetti la sua indole indipendente.

Non avrà nessun problema ad abituarsi alla vita domestica ed alla routine familiare e parteciperà attivamente a tutte le attività in cui verrà coinvolto.

Ama le coccole ed è molto affettuoso senza però mai essere invadente e morboso.

Per i bambini sarà un compagno di giochi spassoso, a patto che venga instaurato un rapporto di sano rispetto reciproco.

 

Il Kurilian Bobtail è sempre estremamente socievole, anche con gli sconosciuti e con gli eventuali altri animali domestici.

I cambiamenti non lo sconvolgono particolarmente ed il suo spirito di adattamento gli consentirà di affrontare al meglio ogni nuova situazione.

La sua indole selvaggia ed un’innata curiosità fanno di lui un eccezionale esploratore ed un irrefrenabile cacciatore, bisognoso di sfoghi all’aria aperta.

Fedele alla sua natura di “isolano”, adora l’acqua e giocarci lo divertirà parecchio.

Sarà quindi buona norma, soprattutto per i pesci, tenerlo lontano dagli acquari!

 

Un “pacifico-selvaggio” insomma, che ha saputo conformarsi di buon grado alla vita d’appartamento.

Ma chissà come dev’essere vederlo correre sulla banchisa delle sue Curili…