PORCELAINE

Un manto prezioso come la porcellana!

Standard

Codice FCI 030, Gruppo 6 Segugi e cani per pista di sangue, Sezione 1A

Vita Media

10-12 anni

Peso

Femmina / Non previsto dallo standard

Maschio / Non previsto dallo standard

Altezza

Femmina 53-56 cm

Maschio 55-58 cm

Colori

Bianco-rosato e arancio

Pelo

Corto, fine,brillante

Cenni storici

Il Porcelaine è il più antico dei segugi francesi.

 

Sulle sue origini e sul significato del nome che porta le teorie e le leggende si sprecano…

Pare che la sua “creazione“,  risalente agli anni 80 del 1700, si debba al Marchese di Foudras, ufficiale della gendarmeria di Lunéville.

L’intento che si proponeva il marchese era quello di creare diverse mute di cani “super-specializzate“, ognuna cioè impiegata esclusivamente nella caccia di un solo particolare tipo di selvaggina.

A questo scopo fece arrivare dalla Svizzera un numeroso gruppo di cani bianchi, progenitori di quello che sarà poi riconosciuto come Porcelaine, ma che all’epoca era noto semplicemente come “cane di Lunéville“.

 

In un primo momento la razza si dimostrò debole e piuttosto delicata tant’è che una teoria ricollega il nome Porcelaine proprio a questa sua iniziale fragilità.

Grazie alle innate attitudini venatorie, però, la nuova razza non impiegò molto tempo per farsi apprezzare e la sua nomea giunse fino alla corte di Luigi XVI.

Il cane di Lunéville, complice il suo manto candido con riflessi rosati come la porcellana, divenne apprezzatissimo e molto ammirato.

 

Dopo aver rischiato l’estinzione, alcuni esemplari trovarono rifugio nelle Abazie di Cluny e di Luxeuil, ma il numero dei superstiti era davvero molto esiguo.

Solo nel 1845, grazie alla paziente opera di alcuni allevatori svizzeri, la razza fu ricostruita.

Il Porcelaine rimane comunque ancora oggi poco diffuso persino in Francia e, al di fuori del suo paese d’origine, è praticamente una rarità.

 

Caratteristiche fisiche e comportamento.

Il Porcelaine è specializzato nella caccia alla piccola selvaggina ed è infallibile nel far convergere le prede verso il cacciatore.

Come tutte le razze francesi, anche il Porcelaine sprigiona nobiltà e fascino.

Nonostante la sua struttura forte, infatti, risulta equilibrato ed elegante.

 

Il tronco, pur essendo nerboruto, non intacca mai l’armonia delle proporzioni.

Anche gli arti sono muscolosi ma asciutti e dotati di piedi “alla francese”: portano infatti dita allungate e sottili ma ben chiuse.

La testa è quella tipica dei segugi, ben cesellata e piuttosto allungata supportata da un collo lungo che può presentare un accenno di giogaia.

Il tartufo è sempre scuro e lo stop, pur essendo pronunciato, non risulta mai esasperato.

Gli occhi, scuri e profondi, sono ben riparati dalle arcate sopraccigliari e gli conferiscono uno sguardo attento e serio ma molto dolce.

Le orecchie presentano spesso le moschettature arancioni tipiche della razza; sono fini, ben ripiegate e l’attaccatura non deve mai collocarsi al di sotto della linea dell’occhio.

La coda, portata leggermente ricurva, è larga e robusta alla radice e sottile all’estremità.

Il manto bianco, con riflessi rosati come quelli della porcellana più preziosa, è il suo tratto più distintivo ed unico fra le razze canine.

Il suo fiuto infallibile, ereditato dagli incroci con i segugi svizzeri, unito alla resistenza ed alla velocità, lo rendono un compagno di caccia davvero impareggiabile.

 

Necessita però di polso fermo ed autorità perché la sua voglia di “seguire il naso” a volte è irrefrenabile!

Il Porcelaine è un cane per persone dinamiche data la sua energia ed il suo irrinunciabile bisogno di movimento.

 

Oltre alle canoniche lunghe passeggiate ed alle sessioni di allenamento, si potrà dirottare la sua vivacità nei giochi con i bambini, con i quali saprà essere allegro, esuberante e parecchio divertente!

Dunque, non solo cacciatore ma anche ottimo compagno di vita: gentile, educato e decisamente spassoso!!!