CãO DA SERRA DA ESTRELA

Semplicemente eccezionale

Standard

Codice FCI 173, Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer-Molossoidi e Cani Bovari Svizzeri, Sezione 2 A

Vita Media

10-12 anni

Peso

Femmina 35-45 kg

Maschio 45-60 kg

Altezza

Femmina 62-69 cm al garrese (tolleranza + 2 cm)

Maschio 65-73 cm al garrese (tolleranza + 2 cm)

Colori

Fulvo, lupino, giallo. Monocolore o screziato

Pelo

Lungo o corto: decisamente forte ed abbondante in entrambe le varietà. Sottopelo fine e consistente

Cenni storici

Il Cão da Serra da Estrela deve il proprio nome al più imponente gruppo montuoso del Portogallo.

 

Vanta origini antichissime ma, come spesso accade in questi casi, anche piuttosto incerte.

Taluni lo ritengono discendente da quegli esemplari che giunsero nella penisola Iberica al seguito di popoli indoeuropei e delle loro mandrie.

Altri invece lo riconducono alla colonizzazione dell‘Impero Romano ed altri ancora al successivo regno Visigoto…

Assodata è comunque la sua presenza in territorio portoghese fin da epoche remote, tant’è che insieme al Cão de Castro Laboreiro, si contende il primato di razza più antica della Penisola Iberica.

 

Il Cão da Serra da Estrela -così come lo conosciamo oggi- è il risultato di una selezione operata dai pastori portoghesi nel corso di centinaia di anni.

Venivano prediletti ed allevati soltanto quegli esemplari che presentavano le giuste caratteristiche fisiche e comportamentali per vivere sulle loro montagne ad accudire le greggi.

L’isolamento della Serra da Estrela ha senz’altro preservato la razza da contaminazioni esterne ma d’altro canto non ha certo contribuito alla sua diffusione.

 

All’inizio del 1900 il Cão da Serra da Estrela era praticamente sconosciuto al di fuori del suo paese d’origine.

Fra il 1908 ed il 1919  furono organizzati degli speciali spettacoli –concursos-, che miravano a promuovere la razza ed il primo standard provvisorio fu redatto nel 1922.

Per quello ufficiale bisognerà attendere il 1933 ma all’allevamento di questi splendidi cani erano ancora deputati soltanto i pastori lusitani.

Fu probabilmente la Rivoluzione Portoghese del 1974 che cambiò le sorti del Cão da Serra da Estrela.

I mutati equilibri socio-economici coinvolsero anche -fra le altre cose- il mondo cinofilo.

Fino ad allora le esposizioni canine, appannaggio esclusivo delle classi abbienti, erano per lo più focalizzate sulle razze esotiche considerate veri e propri status symbol.

Dopo la rivoluzione, al contrario, le classi emergenti espressero il loro favore per gli esemplari autoctoni, scongiurando così una sicura estinzione.

 

Tutt’ora in Portogallo il Cão da Serra da Estrela protegge le greggi e le proprietà.

Viene inoltre impiegato come cane da difesa e -sempre più raramente- da tiro.

Fuori dalla sua patria, nonostante le sue indubbie qualità, non è affatto semplice incontrarlo.

 

Caratteristiche fisiche e comportamento

Il Cão da Serra da Estrela è un molossoide di tipo mastino, convessilineo e ben costruito.

 

E’ un cane rustico e potente, dotato di un’incredibile prestanza fisica e di un’agilità quasi felina.

I rapporti fra testa, tronco ed arti rasentano la perfezione morfologica e l’armonia delle proporzioni è davvero esemplare

Testimonianze, queste, di quanto di buono possa fare una selezione attenta e rigorosa. 

 

La testa, forte e voluminosa, è allungata, lievemente convessa e presenta mascelle decisamente sviluppate.

Il collo, corto e spesso, è sempre ben inserito nelle spalle e presenta una giogaia appena accennata.

Il tartufo è scuro, preferibilmente nero, e lo stop poco accentuato.

Gli occhi ovali, posizionati orizzontalmente, sono generalmente color ambra scuro.

Lo sguardo del Cão da Serra da Estrela è veramente molto espressivo; sveglio e sempre vigile, denota però calma e pacatezza.

Le orecchie, pendenti e ripiegate all’indietro, sono triangolari e piuttosto piccole rispetto al resto del corpo. 

Il torace è ampio e profondo, il dorso breve e muscoloso e la groppa leggermente spiovente.

La coda, a forma di scimitarra, a riposo scende fra i posteriori mentre quando il cane è in movimento o in attenzione si alza al di sopra della linea orizzontale.

Gli arti, sempre in perfetto appiombo, sono ottimamente costruiti e consentono un’incedere svelto e sciolto.

Al tatto, la consistenza del manto del Cão da Serra da Estrela, ricorda quello delle capre e può essere a pelo lungo oppure corto. 

Entrambe le varietà sono dotate di folto sottopelo e mascherina nera e possono essere monocolore o screziate in varie tonalità di fulvo, lupino e giallo.

 

Nato per sorvegliare le greggi anche in completa autonomia, il Cão da Serra da Estrela è un cane intelligente, indipendente ed impavido.

Un instancabile lavoratore con un’irrinunciabile necessità di esercitare le sue grandi capacità fisiche e mentali.

Privarlo dei giusti stimoli e dell’essenziale esercizio fisico potrebbe far emergere comportamenti inadeguati, trasformandolo in un inconsapevole distruttore.

 

Il suo innato istinto protettivo lo rende un‘eccellente cane da guardia che saprà vigilare con attenzione sulla famiglia.

Diffidente e distaccato con gli estranei, concederà sempre un “ultima chance” ad eventuali intrusi, avvisando e dissuadendo prima di passare alle vie di fatto.

 

E’ un compagno leale sul quale si potrà sempre contare, un amico fidato che seguirà ovunque colui che considera il suo esclusivo padrone.

Con gli altri membri della famiglia, pur mostrandosi sempre dolce e mansueto, potrebbe non sempre essere disposto alla stessa obbedienza.

L’addestramento di questa razza può dare fin da subito grandi soddisfazioni grazie alla recettività ed alla portentosa memoria che la contraddistinguono.

 

Il Cão da Serra da Estrela non è un cane per tutti.

Richiede impegno, costanza e dedizione.

Relegarlo in un appartamento sarebbe per lui una condanna severa ed ingiusta.