BROHOLMER

L’altro grande danese

Standard

Codice FCI 315, Gruppo 2 Cani di tipo Pinscher e Schnauzer-Molossoidi e Cani Bovari Svizzeri, Sezione 2A

Vita Media

11-13 anni

Peso

Femmina 40-60 kg

Maschio 50-70 kg

Altezza

Femmina 70 cm al garrese circa

Maschio 75 cm al garrese circa

Colori

Fulvo con maschera nera, rosso dorato, nero

Pelo

Corto con sottopelo fitto

Cenni storici

Il Broholmer proviene della Danimarca.

Fino agli inizi del 900, infatti, era noto come “Dansk Hund” ossia “Cane Danese”.

 

Gli ascendenti della razza sono senza dubbio quei molossi che venivano allevati già in epoca medievale per la caccia al cervo.

Successivamente, però, vennero apprezzate le sue ottime doti di cane da guardia e fu così impiegato per la difesa di castelli e grandi possedimenti.

 

Sul finire del XVIII secolo, Niels Frederick Sehested conte di Broholm -da cui poi prese il nome- si dedicò all’allevamento della razza in purezza grazie ad un accuratissimo programma selettivo.

Dopo la seconda guerra mondiale gli esemplari superstiti erano davvero pochi e la razza rischiò seriamente l’estinzione.

Fortunatamente dal 1975 un gruppo di appassionati si dedicò al recupero del Broholmer fondando successivamente la “Società per la ricostruzione del Broholmer” sostenuta dal Kennel Club danese.

Lo scopo fu raggiunto quando nel 1982 arrivò anche il riconoscimento ufficiale da parte della Federazione Internazionale.

 

Ad oggi il Broholmer resta comunque un cane molto raro.

Si stima infatti che gli esemplari in tutto il mondo siano circa 1500 di cui una cinquantina proprio in Italia, grazie alla dedizione di Vanda Baldaccini.

Fu lei la prima a portare il Broholmer nel nostro paese e rimane la sola che lo alleva con l’affisso della “Stirpe di Fengur”.

Questo allevamento ha raggiunto traguardi davvero importanti sia in ambito espositivovittoria di un suo esemplare al campionato del mondo del 2015– che nella salvaguardia e diffusione della razza in collaborazione con il Club Danese Broholmerselskabet.  

 

Caso unico nel mondo cinofilo, il Club di razza segue e tutela gli esemplari adulti e vigila sul futuro che attende i cuccioli nati in patria.

 

Caratteristiche fisiche e comportamento

Il Broholmer è un molosso di taglia grande, poderoso ed imponente con un anteriore potente ed una testa massiccia e larga, portata bassa a riposo ed alta quando è vigile.

 

Il collo è molto forte e presenta la giogaia (pelle lassa) mai esagerata mentre il torace è ampio e ben disceso.

Lo stop non è mai troppo marcato ed il tartufo è grosso e nero.

Una proporzione importante è quella fra il muso ed il cranio che devono avere la stessa lunghezza.

Anche la mascella superiore e quella inferiore sono di pari lunghezza ed entrambe molto muscolose. 

Le orecchie sono di media grandezza, attaccate alte e cadenti contro le guance.

Quanto agli occhi, sono tondi, non troppo grandi e portano un’espressione sicura ed intelligente qualunque sia la loro sfumatura di colore che può variare fra l’ambra ed il marrone.

Gli arti anteriori sono dritti, forti e potenti mentre quelli posteriori si presentano ben angolati, torniti e nerboruti in linea con il resto del corpo.

La coda è attaccata bassa, molto grossa alla radice, senza frange né pennacchio.

Quando il cane è a riposo viene portata bassa a forma di sciabola mentre quando è in azione viene portata alta senza però mai ricadere sul dorso.

 

Il Broholmer ha un’andatura regolare e predilige galoppo e passo.

Il manto presenta un pelo corto, ben adagiato e con un abbondante sottopelo.

Può essere fulvo con maschera nera, rosso-dorato e, grazie ad un impegnativo recupero, anche nero.

 

Fortunatamente la maestosità ed il vigore fisico del Broholmer sono abbinati ad un carattere equilibrato ed amichevole anche se sempre vigile ed attento.

E’ un cane molto sicuro di sé, mai aggressivo e molto protettivo nei confronti della sua famiglia, animali domestici inclusi.

Con i bambini sa essere davvero molto delicato ma, data anche la mole, le dovute precauzioni sono conditio sine qua non  per una convivenza sicura e rispettosa.

 

Il Broholmer è molto recettivo e gli si può insegnare davvero tantissimo.

Bisogna comunque fare attenzione al suo carattere dominante, soprattutto se maschio.

Nel processo educativo la risolutezza è d’obbligo. 

 

Ama passeggiare, ed essendo esploratore per natura, conoscere luoghi nuovi e sempre diversi lo renderà felice ed appagato.

Le lunghe camminate sono indispensabili alla sua forma fisica: un cane della sua stazza di tutto ha bisogno fuorché di una vita sedentaria!

 

Saprà adattarsi anche alla vita d’appartamento, ma le sue dimensioni dovrebbero suggerire agli aspiranti proprietari che gli spazi piccoli non gli sono certo congeniali!!!

 

Dunque, prestate le dovute attenzioni riconducibili peraltro all’ordinario buonsenso, il Broholmer sarà un eccellente compagno di vita, capace di proteggere ed allietare l’intera famiglia.